Presentation

Incontro presso FABER a cura del Polo tecnologico di Pordenone e presentazione delle piattaforme “Familio” e “Soluziona”

Nel quadro degli Eventi di Innovazione promossi da Faber, si inserisce l’evento di Giovedì 6 settembre, di presentazione del Polo tecnologico di Pordenone www.polo.pn.it. La relazione introduttiva è stata a cura dell’Ing. Franco Scolari, direttore del Polo tecnologico, che dal 2002 ospita al suo interno imprese impegnate in progetti di innovazione e trasferimento tecnologico, e ne conta ad oggi più di 40.

Sono state successivamente presentate dall’Ing. Alberto Miotti e dal Dott. Athos Nobile, le piattaforme Familio, www.familio.it un sistema di vicinanza connesso con la propria rete degli affetti in grado di rilevare comportamenti anomali negli over65, e Soluziona, www.soluzionagroup.it che offre svariate proposte per lo sviluppo dell’utonomia ed il miglioramento della qualità di vita.

Presentation

Presentazione di FABER e del progetto E.CA.R.E. agli stakeholders locali

Treviso, 14 giugno 2018

Ieri, mercoledì 13 giugno, si è svolta una riunione presso l’Istituto Menegazzi, con lo scopo di presentare FABER, ed i progetti SEFAC ed E.CA.R.E. agli stakeholders, ovvero enti ed associazioni del territorio che possano collaborare alla divugazione e all’attuazione dei progetti.

Il direttore ISRAA, dott. Giorgio Pavan, ha introdotto FABER – Fabbrica Europa di ISRAA, una innovation hub che aggrega organizzazioni pubbliche e/o private con l’obiettivo di sviluppare progetti ed attività nell’ambito del sociale e della silver economy.

Ad illustrare obiettivi, azioni e fasi del progetto SEFAC, la dott.ssa Stefania Macchione, psicologa presso Faber e responsabile del progetto.

A seguire, il dott. Oscar Zanutto, dirigente e coordinatore di FABER, ha presentato E.CA.R.E., progetto finanziato dal Programma Interreg V-A Italia Austria 2014-2020 volto alla riduzione dell’isolamento sociale e delle difficoltà psicologiche, fisiche e relazionali delle persone anziane che vivono nella propria abitazione o in un’abitazione messa loro a disposizione dalla pubblica amministrazione. Tale progetto, così come il progetto SEFAC, mirano a coinvolgere la comunità ed a promuovere stili di vita più salutari dei seniors.

Gli obiettivi dell’incontro, erano non soltanto informativi e divulgativi, bensì finalizzati anche alla creazione di una rete per la promozione di stili di vita salutari, che sia utile e duratura nel tempo.

I partecipanti all’incontro hanno manifestato non solo interesse nei confronti del progetto, ma espresso anche il bisogno di condividere e veicolare in modo più efficace tutte le iniziative che già sono in atto per aumentare l’impegno della comunità e l’inclusione sociale.

Ieri è stato dunque fatto un primo passo per costruire un’alleanza locale sulla promozione di stili di vita salutari e sul coinvolgimento sociale.

L’obiettivo è che ne siano compiuti molti altri affinché il maggior numero di cittadini possa beneficiare di iniziative volte a migliorare la propria salute e combattere l’isolamento sociale.