Agorage-S.jpg

AGORage

Il progetto AGORAge - Aging in a caring community nasce con l’obiettivo di favorire l’inclusione delle persone anziane residenti presso le strutture assistenziali nel territorio all’interno del quale esse si collocano. Il progetto agisce dunque tanto al fine di contrastare l’isolamento, quanto nell’obiettivo di riflettere e lavorare sulla costruzione di una comunità che sappia prendersi cura di sé e dei propri componenti, andando così a problematizzare anche controverse ma attuali tematiche connesse all’ageismo e al ruolo sociale della persona anziana.

Elemento particolarmente innovativo di AGORAge è l’approccio ispirato alla citizen science posto alla sua radice. Le persone anziane saranno infatti protagoniste del percorso, venendo coinvolte sia in fase di ricerca, allo scopo di definire e riflettere sugli elementi che possono contribuire a rendere il territorio inclusivo e accogliente per il cittadino più anziano, sia in fase operativa, ovvero nell’ideazione e implementazione di alcune buone pratiche al medesimo fine. Contribuiranno inoltre alla realizzazione di un toolkit contenente una serie di strumenti analitici e operativi che potranno essere adottati da altre realtà interessate ad agire su questi temi.

AGORAge fa parte dei cinque nuovi pilot finanziati nell’ambito del progetto H2020 COESO - connecting research and society la cui missione è sostenere la partecipazione dei cittadini nella ricerca scientifica nell’ambito delle scienze sociali e umane tramite appunto la promozione di progetti di citizen science. COESO, che vede la sperimentazione di tale approccio in 10 pilot diffusi in tutta Europa, rappresenta quindi un tentativo di creare un ponte tra ricerca scientifica, società e innovazione sociale in ambito europeo.

Il sito pilota italiano su cui verrà implementato AGORAge vede la collaborazione tra ISRAA e Università Rovira i Virgili di Tarragona, nello specifico con il Dipartimento di Antropologia, Filosofia e Lavoro Sociale e il Centro di Ricerca di Antropologia Medica-MARC. In ragione delle azioni già svolte in passato su tali fronti e dell’obiettivo da lungo tempo coltivato di mantenere vivo un dialogo e uno scambio con il territorio su cui si situano, a venire coinvolti nelle attività saranno alcuni dei residenti presso Casa Albergo Salce, Borgo Mazzini Smart Cohousing e i Mini alloggi.